Al è rot il cjalderuç
23 di giuin 2001

A è une schersôse cansòn di bal, che a plâs tant a ducju i cantôrs e i sunadôrs. E a no'n'dè tantis cussì lêgris... la magiôr part dai cjants che la tradisiòn nus a partârt a nus fâs pensâ che l'animo dai furlans al tindès a esprimisi cun tun pôc di tristece, o une felicitât une vore discrete, raramentri con grandis espresiòns di gjonde individuâl o coletive.


Al è rot il cjalderuç

Al è rot il cjalderuç,
al è spandût dut il cafè,
joi, joi sa sa me mari
joi joi sa sa me mari....
Al è rot il cjalderuç
al è spandût dut il cafè,
joi, joi sa sa me mari
ce mai sarà di me?


Si è rotto il bricco

Si è rotto il bricco,
si è spanto tutto il caffè,
ohi, ohi se lo sa mia mamma
ohi, ohi se lo sa mia mamma...
Si è rotto il bricco,
si è spanto tutto il caffè,
ohi, ohi se lo sa mia mamma...
cosa mai sarà di me?

Torne a la pagjine principâl da li vilotis (tu podis scliçâ ancje su la imagjine adàlt)